La sesta storia - La Pagina di Amad

La Pagina di Amad
Vai ai contenuti

Menu principale:

La sesta storia

Libro 1

Cap VI
La sesta storia: L’Angelo perduto

 

Basta! Era stanco di Dio!
Era stufo di ubbidirgli!
Perché mai avrebbe dovuto continuare a far la guardia ad un uomo che perdeva il suo tempo in inutili affari e sprecava la sua vita!
Un uomo che non lo stava a sentire, perché affermava che gli Angeli non esistevano!
Ma si poteva davvero, essere più stupidi?
 
Visto che era Onnipotente, che se lo facesse da solo, questo lavoro ingrato!
 
Questi erano i pensieri dell’Angelo, mentre raggiungeva Dio per raccontargli dell’ennesima bravata dell’uomo, a cui era stato assegnato!   
Basta era davvero troppo!
  
Anche gli Angeli hanno una pazienza!
  
Così si avvicinò a Dio e non cominciò neanche, il suo racconto.
Sbatté i piedi, impuntò le ali e disse :"Ora basta non ne posso più! Sono stufo degli uomini! Tenerli in vita è un insulto all’Universo! Non ne voglio più sapere! Se vuoi puniscimi pure! Ma una cosa è certa, io lì non ci torno!"   
"E così sia!" rispose il Signore.
 
Era una settimana che pioveva, le strade come al solito si allagavano, ma davvero era una sfortuna abitare in una città simile!
 
Eppoi torni a casa e cosa trovi? Una moglie perennemente arrabbiata con il mondo, un figlio che esce senza salutarti, una suocera che era venuta per stare un mese ed era lì oramai da anni!


......................................................


Continua su Lulù

Le storie sono registrate alla SIAE
mail autore : io@nicamad.com
Torna ai contenuti | Torna al menu