La decima storia - La Pagina di Amad

La Pagina di Amad
Vai ai contenuti

Menu principale:

La decima storia

Libro 1

Cap IX
La decima storia: Il nuovo patto

   

Erano giorni che lo vedevano così. Nessuno osava avvicinarsi. Non perché lo temessero, anzi. Ma era triste, ed era una sofferenza stargli vicino.
Ma Dio può essere triste?

Mentre camminava tra le nuvole, anche lui si domandava: Ma Dio può essere triste?.

Era tempo che non sentiva una simile sensazione, per gli uomini in genere è difficile capire l'origine di un tale malessere, ma per lui davvero non lo era.

"Gli ho dato il regalo più bello che potessero ricevere da me" pensava "gli ho dato la libertà di scegliere.  
Possono fare ciò che vogliono della loro vita. Eppure, pur potendo scegliere tra il bene ed il male, continuano a scegliere il male!.”
Ricordò di quando essendosi accorto che il male, continuava a tentare l'uomo, aveva dato ad ognuno di loro un Angelo che, senza interferire, gli indicava il sentiero della luce.
L'Angelo poteva tenere lontano il male ma se l'uomo decideva di lasciarsi prendere, l'Angelo non poteva fermarlo.
Ricordò quando aveva pensato di dare loro un unico solo comandamento :Amatevi.
Ma aveva capito che ciò non era cosa buona per l'uomo, così era stato costretto a darne dieci. E nonostante questo, gli uomini su questi dieci e semplici comandamenti, erano riusciti a costruirne migliaia e migliaia. Addirittura cambiavano nel tempo e da luogo a luogo.
I suoi invece, non erano mai cambiati.
Era triste, lo riconosceva, era davvero triste. Gli uomini continuavano a non ascoltare gli Angeli, seguivano costantemente il male, si inventavano strane religioni e stravolgevano le sue semplici parole.

......................................................


Continua su Lulù

Le storie sono registrate alla SIAE
mail autore : io@nicamad.com
Torna ai contenuti | Torna al menu