Dedica - La Pagina di Amad

La Pagina di Amad
Vai ai contenuti

Menu principale:

Dedica

Altro

Questa pagina è dedicata a tutte le persone che conosco e che hanno contribuito al mio cammino.


Ciascuno di noi riceve qualcosa da chi ha intorno, anche da chi sembra apparentemente arido.
Talvolta sono proprio coloro che noi ascoltiamo poco, perché li riteniamo poco profondi o sensibili, che sono tramite di chi vuole parlarci.
Accanto a coloro ci sono altre persone, quelle che ci danno la loro amicizia e che noi non contraccambiamo mai abbastanza.
  
Talvolta alcuni di loro sono in difficoltà e noi gli siamo vicini per aiutarli. Altri invece nascondono dentro di loro i disagi ed i turbamenti ed è il nostro essere amici, che ci invita a guardarli negli occhi, per capire cosa li fa soffrire.
Questo perché ad un amico molto spesso non è necessario chiedere per sapere, ma è sufficiente guardarlo negli occhi.
E questa pagina è dedicata proprio a chi in questo momento nasconde il proprio malessere, dietro uno sguardo, ignaro del fatto che chi sa leggere il suo cuore, può percepire ciò che è dentro di lui.

Niente avviene per caso.

Ogni cosa ha un senso nella vita, anche un grande dolore.
Ogni cosa fa parte del nostro cammino e com'è vero che dopo un tunnel c'è la luce, dopo la sofferenza c'è una grande gioia dovuta alla maggiore consapevolezza di se stessi.
Certe cose ci travolgono, facendoci soffrire, per renderci più forti e farci vedere con maggiore realtà chi ci è accanto. Perché le situazioni difficili mettono alla prova i rapporti umani e quelli fragili, si spezzano alla prima difficoltà.
Dopo la bufera i nostri occhi cambiano, perché vediamo diversamente la vita e ciò che ci circonda. I valori della vita, per noi, non sono più gli stessi e ciò che prima ci sembrava importante dopo non lo è più. Vediamo sempre di più la futilità delle cose e sempre di più l'importanza dell'amore, che è l'unica forza dell'Universo a prevalere su tutto e tutti.
Ogni problema ha una soluzione: basta trovarla dentro di se.
Questa pagina è dedicata in particolare a due persone. Ed ad una di loro, ho chiesto di aiutare l'altra. 

Vi lascio con una storia sull'amicizia

Una storia, racconta di due amici che camminavano nel deserto.
Nel corso del viaggio cominciarono a discutere ed un amico diede uno schiaffo all'altro.
Addolorato, ma senza dire nulla, scrisse nella sabbia:
"IL MIO MIGLIORE AMICO OGGI MI HA DATO UNO SCHIAFFO".
Continuarono a camminare, finché trovarono un'oasi, dove decisero di fare un bagno.
Colui che era stato schiaffeggiato cominciò ad affogare, ma il suo amico lo salvò.

Dopo che si fu ripreso, scrisse su una pietra:
"IL MIO MIGLIORE AMICO OGGI MI HA SALVATO LA VITA".
L'amico che aveva dato lo schiaffo e aveva salvato il suo migliore amico, domandò: "Quando ti ho ferito hai scritto nella sabbia, e adesso lo fai in una pietra. Perché?"
L'altro rispose: "Quando qualcuno ci ferisce dobbiamo scriverlo nella sabbia, dove i venti del perdono possono cancellarlo. Ma quando qualcuno fa qualcosa di buono per noi, dobbiamo inciderlo nella pietra, dove nessun vento può cancellarlo."

IMPARA A SCRIVERE LE TUE FERITE NELLA SABBIA ED A INCIDERE IN PIETRA LE TUE GIOIE.
Dicono che ci vuole un minuto per trovare una persona speciale, un' ora per apprezzarla, un giorno per amarla, ma una vita intera per dimenticarla.
Invia questa storia alla gente che non dimentichi mai, e ricordati di farla ritornare alla persona che te l'ha inviata.
Se non invii questa storia a nessuno vuol dire che hai fretta e che ti sei dimenticato dei tuoi amici.
Prenditi del tempo per vivere!


Le storie sono registrate alla SIAE
mail autore : io@nicamad.com
Torna ai contenuti | Torna al menu