Cuccioli di uomo - La Pagina di Amad

La Pagina di Amad
Vai ai contenuti

Menu principale:

Cuccioli di uomo

Altro

Dedicato ai miei nuovi nipoti che vengono da lontano


Ogni giorno molti di noi si alzano, magari stufi della stessa vita monotona.
Molti di noi fanno gesti scontati, come aprire un armadio, scegliere un vestito tra tanti, scegliere le scarpe, anche questa tra tante.
  
Molti di noi si quando hanno un po' di fame aprono il frigo e prendono qualcosa da mangiare.
Ma questi che sono gesti quasi scontati nella vita di ciascuno di noi, non lo sono affatto per molti e quella che per noi è una vita normale e monotona, è invece il sogno di molti che non hanno tutto questo. 

Mentre la mattina decidiamo come vestirci, un bambino in un orfanotrofio non molto lontano da qui, sa che se farà tardi non troverà la giacca per poter uscire, perché lì nessuno ha la propria giacca, il proprio pantalone.
Chi arriva per ultimo corre il rischio di non avere il cappotto per uscire, perché lì i cappotti non ci sono per tutti.

Mentre noi scegliamo cosa prendere da mangiare, un bambino, non molto lontano da qui, sa che forse quel giorno non avrà cibo a sufficienza, perché in un orfanotrofio non c'è sempre cibo per tutti.
E quando molti di noi saranno a tavola con i propri figli o la propria famiglia, facendo gesti scontati, molti bambini saranno a tavola assieme ad altri cuccioli di uomo abbandonati, sognando i nostri gesti scontati.

Molti di loro non saranno mai più scelti perché non sono sani come i bambini della pubblicità o sono troppo grandi.
Non sono il sogno di una famiglia normale. Chi già ha il coraggio di adottare dei bambini non suoi, vuole come ricompensa un bambino piccolo e bello.

Così ogni anno molti cuccioli di uomini rimangono a dormire in una camerata, sognando qualcuno che non arriverà mai a prenderli, mentre un po' lontano da loro, nessuno pensa a dividere il proprio benessere.

Questo è il regno che gli uomini hanno costruito.
Ma questo non è il regno che Dio vuole.

Per questo Dio accanto ad ognuno di questi bambini, lascia un angelo.
Ed a quanti di loro che non conosceranno mai una famiglia o moriranno prima che il loro tempo sia finito, Dio darà un posto in prima fila davanti a Lui.

Tutti coloro che sono stati a guardare, guarderanno Dio da lontano e di ciò Dio ne chiederà ragione. Allo steso modo Dio renderà il favore a chi ha avuto il coraggio di affrontare l'impossibile e prendere con se i cuccioli di uomo oramai rassegnati a non poter stringere la mano di un genitore.

Gli animali lasciano i loro cuccioli solo quando la loro stessa vita è in pericolo. Specie diverse fanno da genitori a cuccioli di altre specie.
Ma l'uomo che dovrebbe essere più vicino a Dio, invece chiude lontano da se i cuccioli che non hanno famiglia. Nasconde quelli malati.

Ed allora cosa ci rende diversi dagli altri animali?
Io credo che se molti facessero poco, nessuno dei cuccioli di uomo vivrebbe nella speranza di avere una famiglia che non arriverà mai.

Io credo che se ciascuno di noi conoscesse quanto ha, rispetto ad altri, non ci sarebbero cuccioli di uomo soli nella notte di natale.
Ed io credo che ciascuno di noi dovrebbe riflettere su questo.


Le storie sono registrate alla SIAE
mail autore : io@nicamad.com
Torna ai contenuti | Torna al menu